Ricordami. Verona. "Ragazza con l’orecchino di perla" di Johannes Vermeer.



Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi.
In questo post ho ripreso la bella immagine del dipinto
"Ragazza con l’orecchino di perla" di Johannes Vermeer 
dipinto tra il 1665 e 1666
con sullo sfondo un panorama notturno di Verona ripresa
dalla veduta di Re Teodorico







La Gelosia. Verona. "Il Bacio" e il "Il consiglio alla vendetta" di Francesco Hayez.


Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi.
In questo post ho ripreso la bella immagine di due innamorati del dipinto
del "Il Bacio" di Francesco Hayez realizzato nel 1859
e in primo piano, sempre di Francesco Hayez, "Il consiglio alla vendetta" del 1851
e li ho inseriti nella quotidianità della città di Verona e più precisamente

presso una trattoria vicino al Duomo di Verona.






 




Amore in Piazza San Zeno a Verona. "Il Bacio" di Francesco Hayez.


Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi.
In questo post ho ripreso la bella immagine di due innamorati del dipinto
del "Il Bacio" di Francesco Hayez realizzato nel 1859
e li ho inseriti nella quotidianità della città di Verona e più precisamente
presso una trattoria in Piazza San Zeno.










Passione in Via Sottoriva a Verona. "Il Bacio" di Francesco Hayez.


Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi.
In questo post ho ripreso la bella immagine di due innamorati del dipinto
del "Il Bacio" di Francesco Hayez realizzato nel 1859
e li ho inseriti nella quotidianità della città di Verona
anche conosciuta come la città dell'Amore.






Il bacio

Il bacio appena sognato
in una notte di tradimenti,
dove tutti consumano amplessi
che non hanno profumo,
il tuo bacio febbricitante,
il candore delle tue labbra,
somiglia alla mia porta
che non riesco ad aprire.
Il bacio è come una vela,
fa fuggire lontano gli amanti,
un amore che non ti gela
che ti dà mille duemila istanti.
Ho cercato di ricordare
che potevi tornare indietro,
ma ahimè il tuo bacio
è diventato simile a un vetro.
Io come un animale
mi rifugio nel bosco
per non lasciare ovunque
il mio candido pelo.
Il pelo della mia anima
è così bianco e così delicato
che persino un coniglio ne trema.
Tu mi domandi quanti amanti ho avuto
e come mi hanno scoperto.
Io ti dico che ognuno scopre la luce
e ognuno sente la sua paura,
ma la mia parte più pura è stata il bacio.
Io tornerei sui monti d’Abruzzo,
dove non sono mai stata.
Ma se mi domandano
dove traggono origine i miei versi,
io rispondo:
mi basta un’immersione nell’anima
e vedo l’universo.
Tutti mi guardano con occhi spietati,
non conoscono i nomi delle mie scritte sui muri
e non sanno che sono firme degli angeli
per celebrare le lacrime che ho versato per te.

(da "Rasoi di Seta") di Alda Merini





Coraggio, non aver più paura. "Il Quarto Stato" di Giuseppe Pellizza da Volpedo.



Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi.
In questa foto di Piazza Bra, con sullo sfondo la maestosa Arena di Verona,
ho inserito il celebre dipinto "Il Quarto Stato" realizzato nel 1901 dal pittore Giuseppe Pellizza da Volpedo
che inizialmente era intitolato "Il cammino dei lavoratori".





Non Abbandonarti

Non abbandonarti, tienti stretto,
e vincerai.
Vedo che la notte se ne va:
coraggio, non aver paura.
Guarda, sul fronte dell'oriente
di tra l'intrico della foresta
si è levata la stella del mattino.
Coraggio, non aver paura.

Son figli della notte, che del buio battono le strade
la disperazione, la pigrizia, il dubbio:
sono fuori d'ogni certezza, non son figli
dell'aurora.
Corri, vieni fuori;
guarda, leva lo sguardo in alto,
il cielo s'è fatto chiaro.
Coraggio, non aver più paura.

Rabindranath Tagore









Incontro tra due mondi del passato. "Santa Cecilia con violino" di Guido Reni.


Il piacere di rielaborare le foto con fotomontaggio e inserimenti di quadri famosi. 
"Santa Cecilia con violino" realizzata nel 1606 da Guido Reni, uno dei miei pittori preferiti,
inserita nella Chiesa di San Fermo a Verona.